> Excel per Adense
Excel per Adense

Come fare grafici Excel delle statistiche Adsense

Tenere d'occhio l'andamento del proprio conto Adsense è fondamentale per non perdere il controllo sulla situazione: ogni variazione significativa deve essere analizzata ed eventualmente contrastata. Spesso il modo visivamente più immediato per seguire i trend dei ricavi e degli altri parametri in gioco è di farne un grafico.
In questo breve tutorial vi insegnerò come fare in modo semplice e veloce grafici dai dati delle vostre statistiche Adsense. Probabilmente chi conosce già bene Excel non troverà nulla di nuovo in questo tutorial, che è dedicato soprattutto a chi non conosce a fondo questo potente strumento di calcolo.

Scaricate innanzitutto adsense-stat.xls, un foglio di calcolo Excel da me predisposto. Il file contiene tre pagine: nella prima importerete i dati da Adsense; mentre le altre 2 servono per visualizzare i grafici.

Per chi non fosse pratico di Excel, potete trovare le tre pagine cliccando sulle linguelle che appaiono in basso a sinistra nello schermo, con le diciture Dati, Pagina 1, Pagina 2.

Aprite poi il pannello di controllo di Adsense; scegliete Rapporti - Rapporti avanzati e impostate Scegli intervallo di date a Dall'inizio (le altre impostazioni dovrebbero andare bene così come sono). Premete Visualizza rapporto.

Quando la nuova pagina avrà finito di caricarsi prendete nota della prima data che appare (sarà la data in cui avete inziato a fare Adsense) e poi fate clic sul link CSV (lo troverete subito sopra la colonna Ricavi).

Alla domanda se aprire il file o salvarlo su disco rispondete premendo il bottone Apri: i dati dovrebbero essere caricati in un nuovo foglio Excel. (la prima colonna, quella della data, apparirà come ######: non preoccupatevi)

Come prima cosa, dovremo eliminare in questo nuovo foglio la riga iniziale che riporta i titoli delle colonne: cliccate sull'intestazione della riga 1 (sul quadratino che contiene il numero 1): tutta la riga si selezionerà.

Potete adesso fare Modifica-Elimina.

Lo stesso va fatto con la riga finale, che elenca i totali: premete Ctrl-Fine e vi posizionerete in fondo ai dati. selezionate l'ultima riga e fate Modifica-Elimina .

Adesso selezionate tutti i contenuti del foglio e copiateli negli appunti (per gli amanti della tastiera, la sequenza Ctrl-Home, Ctrl-Shift-Fine, CtrlC fa esattamente questo).

Senza chiudere questo foglio, passate al foglio adsense_stat.xls.

Selezionate la pagina Dati e posizionatevi con il cursore sulla colonna B, con il cursore sulla cella contenente la data di inizio dei vostri dati. Incollate i dati (Modifica - Incolla o Ctrl-V). Fatto!

Passando alla Pagina 1, potrete vedere il grafico delle impression e dell'eCPM (guadagni per 1000 impression).

Nella pagina 2 vedrete in alto l'EPC (guadagno medio per clic) e in basso i ricavi.

Nel grafico dell'EPC vedrete la curva salire e scendere con delle fluttuazioni a lungo termine: state probabilmente vedendo il vostro SmartPricing che cambia.

I grafici possono adesso essere stampati, si coniglia di stamparli in bianco e nero alla qualità massima.

Inoltre, quando date il comando di stampa fate attenzione: se avete selezionato un grafico (cliccandoci sopra), Excel stamperà il solo grafico a tutta pagina; se invece cliccate su una cella del foglio deselezionando i grafici Excel stamperà la pagina con i die grafici.

In ogni grafico, la linea sottile indica i dati effettivi, mentre la linea nera e più spessa è una media mobile su 7 giorni (per ogni giorno, indica la media dei 7 giorni precedenti).

Nei grafici delle impression e in quello dei ricavi vedrete probabilmente la lina sottile variare attorno alla riga spessa con pulsazioni piuttosto regolari (come nell'esempio qui a fianco): sono le fluttuazioni dovute alle variazioni settimanali: infatti, di solito il traffico del fine settimana è diverso da quello infrasettimanali (maggiore o minore, a seconda del tipo di sito).

Ho introdotto una media mobile di 7 giorni proprio perché così facendo si neutralizza l'effetto fine-settimana, dato che in ogni calcolo di media c'è sempre una settimana intera (da domenica a sabato, da lunedì a domenica, da martedì a luned e così via).

Attenzione: la media mobile (la riga nera) "smussa" le variazioni giornaliere e di conseguenza indica con affidabilità le tendenze a medio termine dei vostri valori tranne che per gli ultimi giorni del grafico, dove tenderà a esagerae le variazioni, sia in bene che in male. Non vi deprimete o esaltate troppo in base all'andamente della riga nera nella sua parte finale!

Se avete spazi vuoti nei grafici (ad esempio per il periodo in cuinon avevate ancora iniziato Adsense) potete eliminarli come segue:
nella pagina Dati cercate la data inziale (ad es 18/01/2006).
Risalite all'inizio del mese (ad es 01/01/2006) e prendete nota del numero di linea (ad es. 371). Passate adesso alle pagine dei grafici e ripetete per ciascun grafico i seguenti passi:

1) clic con il tasto destro dentro alla finestra grigia del grafico.
2) Dal menu che è comparso, selezionate Dati di origine. (se questa voce non è comparsa, provate a fare clic in un'altra zona del grafico)
3) Nella casella Intervallo dati, comparirà una riga del tipo
       =Dati!$K$6:$L$800
Lasciando immutato tutto il resto, sostituite il numero 6 con numero di linea che avevate memorizzato. Nel nostro esempio, cambiate in:
       =Dati!$K$371:$L$800
4) Premete Ok
5) Ripetete per ciascuno dei 4 grafici

Se fra qualche settimana vorrete aggiornare i vostri grafici, basterà che incolliate nuovamente i dati nuovi nel vostro excel, sempre facendo attenzione a rimeterli nella stessa posizione.

I grafici sono pronti: potete adesso stampare le due pagine (meglio se in grande formato) e appenderle orgogliosamente alle spalle della vostra scrivania per un vero look da Paperon de' Paperoni. Sono di rigore ghette e tuba.
News e informazioni:

Gennaio 2007
Lancio della versione alpha di SuperSense.it

Gennaio 2007
Abbonati alla nostra newsletter: sarai informato quando aggiungeremo pagine al sito.

Febbraio 2007
Stiamo preparando il corso Guadagnare di pił con Adsense. Sarą un corso mirato a chi ha gią un sito Adsense, e vuole ottimizzare i rendimenti. Se vuoi essere avvisato quando il corso sarą pronto, abbonati alla newsletter!